Week surgery e sale operatorie Serristori, Naimi: “Una chiusura temporanea ingiustificata”

Ospedale Serristori salita

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle di Figline, in merito alla chiusura “natalizia” della week surgery e delle sale operatorie dell’Ospedale Serristori:

A soli 2 mesi dalle dichiarazioni sulla stampa dell’ASL e dell’assessore regionale Stefania Saccardi, commenta il consigliere 5 Stelle Naimi, che assicuravano nessun taglio al Serristori, annunciando l’ennesimo cronoprogramma dei lavori sul presidio Ospedaliero assistiamo ad una riduzione temporanea del servizio di chirurgia.

La chiusura prevista dal 22 Dicembre all’8 Gennaio deve essere inserita in un contesto annuale di erogazione del servizio di chirurgia del Serristori che più volte durante l’anno subisce delle chiusure temporanee. Ed ecco una chiusura “natalizia” ingiustificata per le reali necessità dei cittadini, creando liste di attesa più lunghe e indirizzando la popolazione del Valdarno verso le strutture private.

Proprio le necessità ed i bisogni dei cittadini, continua Naimi, dovrebbero essere al primo posto nell’agenda di un Sindaco, il quale dovrebbe avere l’autorevolezza per rapportarsi con gli Enti superiori sollecitandoli al rispetto di quei Patti Territoriali imprescindibili per garantire un livello adeguato di servizi.

Al contrario Mugnai spesso tace e quando parla non disdegna di accusare forze di opposizione, associazioni e Sindacati di “giocare sulle paure delle persone ma non sui dati oggettivi” poiché sulla situazione del Serristori già a partire dal 2015 emergevano segnali rassicuranti.

Visto che di rassicurante, continua Naimi, da tempo non vediamo niente ed anzi i servizi costantemente vengono tagliati, nel Consiglio Comunale di Ottobre avevamo richiesto insieme ad altre forze di opposizione un confronto pubblico in cui il Sindaco Mugnai e l’Assessore Saccardi mostrassero alla cittadinanza la reale situazione sul presidio ospedaliero figlinese. Chiaramente il confronto è stato negato ed a poche settimane di distanza ecco l’ennesimo taglio dei servizi.

Questo modo di fare politica, conclude Naimi, utilizzando l’ospedale solo per campagne elettorali o passerelle rifiutando il confronto reale con i cittadini ci lascia sempre più interdetti e rammaricati che la tutela della salute pubblica sia nelle mani di questi politici.



Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi