Mal di gola, raffreddore e vaccino antinfluenzale

bambino influenza
Fiorini2 (1)

Il pediatra Riccardo Fiorini

Con l’arrivo dei primi freddi si torna a parlare di raffreddamenti e infiammazione delle alte vie respiratorie che rappresentano una delle cause più frequenti che conducono i pazienti dal pediatra. In bambini di età inferiore ai 6 anni si ha, normalmente, una media di 6-8 episodi infettivi delle alte vie respiratorie all’anno (la maggior parte delle quali concentrate nel periodo invernale). Il mal di gola, il raffreddore e la faringite acuta rappresentano le diagnosi più comuni. Nonostante l’organismo possieda dei meccanismi di difesa innati, i bambini più piccoli – in particolare quelli che frequentano l’asilo nido e la scuola materna – presentano più frequentemente tali infezioni. Poi, dall’inizio della scuola primaria, i bambini divengono meno vulnerabili in relazione ai meccanismi di difesa specifici sviluppati negli anni precedenti.

Mal di gola: la causa in assoluto più frequente è la faringite virale, mentre tra le forme batteriche la faringite streptococcica è la più frequente. Per poter diagnosticare una tonsillite streptococcica è utile eseguire un tampone faringeo. È il pediatra che decide quando eseguirlo, solitamente ai sintomi dubbi nell’ipotesi di dover utilizzare una specifica terapia antibiotica. Viceversa dovrà essere utilizzata una terapia sintomatica, finalizzata al sollievo del dolore, alla fornitura di un’adeguata quantità di liquidi e al controllo della febbre.

Raffreddore: è normalmente caratterizzato da tosse, congestione e secrezione nasale. Di solito si può curare con metodi semplici, come pulizia ed aspirazione del naso, utilizzo di spray di soluzioni saline, uso di docce nasali micronizzate. Da evitare in questi casi antistaminici o decongestionanti nasali. È estremamente importante ricordare l’importanza della prevenzione attiva delle infezioni respiratorie attraverso la vaccinazione antinfluenzale, soprattutto nei pazienti a rischio e nei loro familiari. La campagna vaccinale 2017/2018 è iniziata il 6 novembre. La vaccinazione verrà effettuata dai medici di famiglia e dai pediatri di famiglia.

 



Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi